CALA DEI PINI

Vacanze in Sardegna

Porto Pino

Una volta giunti nelle località turistica di Portopino la prima cosa che vien voglia di vedere è certamente il mare. E come non essere d’accordo con questa “urgenza”. Portopino è come un quadro dai colori accesi e vibranti che infondono serenità, allegria e una gran voglia di entrarci dentro per godere di così tanta meraviglia. Portopino con il suo mare cristallino dalle mille sfumature di turchese, smeraldo e blu intenso, con i suoi riflessi oro e argento sulle sabbie finissime e bianchissime, che dalla notte dei tempi insieme al rincorrersi dei venti di Maestro, Scirocco e Libeccio danno vita ad uno splendido sistema dunale tra i più belli in Europa, è uno spettacolo ogni giorno diverso. Meraviglioso ed accogliente in primavera ed estate, intorpidito e gentile in autunno, impetuoso e selvaggio in inverno, è un’emozione continua e crescente che non ci abbandona nemmeno quando è lontana dai nostri occhi.

Sarà per i suoi colori, i suoi profumi, i suoi rumori o per i suoi silenzi e i suoi piccoli abitanti acquatici e boschivi che creano la magia ma non innamorarsi di questa splendida località è veramente difficile.

Per chi ancora non ci è stato non deve mancare l’occasione di visitare le sue spiagge, calette e scogliere; fare un pic-nic o una corsetta all’ombra dei suoi bellissimi pini d’Aleppo, fare della rigenerante aromaterapia con i profumi di mare, lentischio, ginepro e mirto per un pieno di energia e con i profumi delicati del vilucchio marittimo, della lavanda selvatica e del giglio di mare per rilassarsi e ritrovare la pace interiore. Per un po’ di musicoterapia si consiglia di lasciare a casa l’i-pod e ascoltare solo buona musica locale: il rumore soave della risacca e della brezza insieme al canto dei gabbiani e del martin pescatore sono un ottimo sottofondo per chi vuole stare in forma e praticare lo yoga e il pilates ma se si è più di animo rock il rumore dell’infrangersi delle onde contro le scogliere di Candiani o Portopinetto sono l’ideale.

La trepidazione sale, lo sappiamo, e allora continuate a seguirci e visitate le pagine dedicate alle meraviglie di Portopino. Il sogno della vostra vacanza inizia ora e si realizza con noi.

  • Spiagge e Calette
  • Dune di Sabbia
  • Zone Umide
  • Pineta
  • Porticciolo Turistico
  • I Fortini di Candiani
  • Dintorni
  • Eventi

Contattaci per un info o prenotazione al nostro Hotel a Portopino. Hotel Cala dei Pini

Le Spiagge di Porto Pino

Portopino lascia la libertà di scegliere la spiaggia migliore in base al vento che soffia e alla preferenza per una spiaggia affollata e ben servita o per una più raccolta e poco frequentata. Ancora si potrà scegliere in base alla preferenza per lidi sabbiosi e dai bassi fondali, indicatissime per famiglie con bimbi piccoli, o per calette rocciose e scogliere se si è amanti di tuffi e tranquillità. Il primo litorale che si trova arrivando a Portopino è una lingua di sabbia lunga poco più di 3,5 km che si distingue in tre spiagge differenti: Prima Spiaggia, Seconda Spiaggia e Spiaggia delle Dune. La Prima Spiaggia si trova nelle immediatezze del parcheggio del porticciolo turistico ed è certamente la più frequentata e fornita di diversi servizi come chioschetti e ombreggi e bagni pubblici. La sabbia è molto fine ed è indicata per far giocare i bimbi anche per via delle sue acque tranquille dai fondali bassi. La Seconda Spiaggia, sicuramente più bella anche perché meno battuta, è una lunga lingua di sabbia candida con alle spalle una bella pineta di pini d’Aleppo che separa il mare cristallino dal bel colore turchese dai retrostanti stagni. E’ separata dalla prima spiaggia dal vecchio molo e da un piccolo canale che consente lo scambio d’acqua tra gli stagni e il mare. La sua battigia è come uno scrigno che custodisce piccoli frammenti di corallo che le danno uno splendida sfumatura rosa. Mentre per tutta la spiaggia non sarà insolito trovare una moltitudine di conchiglie. Come nella prima spiaggia, è possibile usufruire di diversi servizi come ombreggi, chioschi, noleggio di attrezzature sportive e per il tempo libero, giochi gonfiabili e l’animazione in spiaggia non manca mai. Per raggiungerla si deve passare per la Prima spiaggia e ci vogliono davvero solo pochi minuti di camminata. Il terzo tratto, servito da un chiosco e da un ombreggio, è quello della Spiaggia delle Dune per la quale abbiamo riservato una sezione speciale tutta dedicata alla sua bellezza. La località di Portopino è tutta da scoprire e poco dopo il suo ingresso, superato l’incrocio che porta al porticciolo, proseguire sino alla prima stradina sterrata sulla destra che costeggia alcune case e una fitta pineta di pini d’Aleppo. Su questa strada troverete alcuni spiazzi che consentiranno la sosta del vostro mezzo. Il consiglio è quello di addentrarvi nella pineta e lasciarvi guidare dall’istinto che vi guiderà sino al mare. L’intensità dei colori è quasi accecante. Davanti a voi una distesa d’acqua dal turchese brillante vi accoglierà e vi trascinerà giù dalla pineta alla scoperta delle calette di Portopinetto, note ai locali come Portopineddu. Sabbia finissima si mescola a piccoli frammenti di corallo e conchiglie che danno una colorazione rosata alla riva formando piccole spiaggette intervallate da scogli dai colori tenui della terra. All’orizzonte appare l’isola di Sant’Antioco e i due isolotti della Vacca e del Toro, che per la loro bellezza meritano anch’essi una visita via mare e via terra. Il susseguirsi verso Nord-Ovest delle calette di Portopineddu ci conducono sino ad una delle perle dell’intero Sulcis, la Spiaggetta dei Francesi. Ultima caletta sabbiosa della costa di Portopino, è un gioiello della natura con la sua sabbia fine come il borotalco, dalla caratteristica colorazione rosata della riva. Le fanno da cornice gli scoglie e la macchia mediterranea che la proteggono dal vento di Maestrale e il mare cristallino che le infonde un fascino ancora più sofisticato. Allontanandoci di circa 2 km da Portopino, sempre in direzione Nord-Ovest e riprendendo dapprima la strada provinciale e poi una stradina sterrata, si giunge ad un’altra bellissima spiaggia del comune di Sant’Anna Arresi, Porto de Su Trigu. Mantiene le stesse caratteristiche di tutte le spiagge di Portopino, offrendo incantevoli scenari non solo per i bagnanti ma anche per i subacquei che amano deliziarsi delle meraviglie del mondo sottomarino. La particolarità di questa spiaggia è che molto suscettibile ai venti e alle mareggiate, così non sarà inconsueto il gioco a nascondino che si ripete con un ritmo impreciso. A volte c’è e si mostra in tutto il suo splendore e a volte si nasconde lasciandoci “solo” la bellezza della sua scogliera. Punta Menga è un bellissimo polmone verde che protegge dai venti di Scirocco le calette di Portopinetto e dai venti di Maestrale la scogliera di Candiani e la incantevole Grotta dei Baci. Quest’ultime sono la cornice ideale degli appassionati di subacquea per la grande varietà di ambienti marini e sono il luogo ideale per proteggersi dalla calura delle ore di punta per i bagnanti che amano stare in zone tranquille e lontane dalla calca. Superato l’incrocio per il porticciolo si prosegue dritto sino all’inizio di una strada sterrata abbastanza ampia. Imboccatela e proseguite sino al punto di ristoro. A sinistra, una volta lasciata l’auto, si arriva alla scogliera di Candiani mentre proseguendo la salita dopo il bar si giunge sino ai fortini ai quali è stato dedicato uno spazio a sé.

Le Dune di Porto Pino

Dune Portopino

Una volta giunti al porticciolo turistico di Portopino o alla prima spiaggia, davanti a noi volgendo il nostro sguardo leggermente sulla sinistra, ci apparirà un paesaggio unico e davvero suggestivo. Si tratta delle dune di Portopino, note anche col nome Sabbie Bianche.

Si trovano verso sud, alla fine della pineta di pini d’Aleppo e all’interno della zona militare di Capo Teulada. Si estendono come un piccolo deserto bianco per circa 800 metri e il loro accesso è consentito solo nel periodo estivo anche se sarebbe meglio non calpestarle per non lederne il delicato equilibrio.

Sono un sistema sabbioso di rara bellezza che alle luci del tramonto regalano scenografici giochi d’ombre grazie anche alla presenza di ginepri secolari dalle forme a volte armoniose come se fossero chiamati in una danza sinuosa, a volte bizzarre come se fossero dei contorsionisti bulgari. Lo specchio di mare che si apre difronte alla loro bellezza è un omaggio alla tavolozza di un pittore che ama mescolare i colori in diverse declinazioni di azzurro, turchese e smeraldo. Altra caratteristica è la trasparenza dell’acqua che lascia ammirare un fondale dalla sabbia argentata e là dove il mare si fa più profondo si può scorgere un fondale poco roccioso dove non è difficile scorgere qualche branco di pesci dalle innumerevoli varietà, i ricci di mare e le bellissime stelle marine.

Raggiungere la spiaggia delle Dune dal nostro hotel è semplicissimo perché l’ingresso della strada sterrata che porta ad esse è a pochi metri dalla strada che porta in struttura. Una volta tornati sulla strada asfaltata, si deve svoltare a sinistra in direzione Sant’Anna Arresi e subito dopo a pochi metri sulla destra si deve svoltare in una stradina bianca che costeggia gli stagni e che conduce sino al ponticello che consente il passaggio del canale che separa la zona della seconda spiaggia da quella delle Dune. Se invece vi trovate nella prima spiaggia di Portopino, una piacevole passeggiata in riva al mare vi porterà sino alle maestose dune in poco più di 10 minuti. Una passeggiata rigenerante da fare davvero in tutte le stagioni ma se volete dedicarvi un momento di romanticismo, le albe e i tramonti estivi sono il momento ideale per una passeggiata indimenticabile.

La Laguna di Porto Pino

Prima ancora di arrivare alla località turistica di Porto Pino, alla destra della strada, per chi proviene da Carbonia, è possibile ammirare delle dolci colline e delle belle campagne che fanno da cornice ad uno dei tranquilli stagni che fanno parte di una zona umida ben più importante direttamente collegato alle Saline di Santa Caterina. Si tratta degli stagni di Maestrale, Is Brebeis, Porto Pino, del Corvo e Foxi. E’ una zona umida molto ricca e rinomata per la presenza degli splendidi e caratteristici fenicotteri rosa che nei periodi meno frequentati dall’uomo prendono qui dimora e colorano di bianco e rosa la zona lagunare. Ma altri sono gli amici dell’avifauna selvatica che si possono incontrare come ad esempio i cormorani, le garzette, i martin pescatore e i piro piro piccolo. Lo scenario è bellissimo e nel periodo primaverile è un vero paradiso per gli amanti del birdwatching, delle passeggiate a piedi, cavallo o in bici. Il regno del relax e pensate che tutto ciò si trova a pochi metri dal nostro hotel che si trova in una posizione ottimale per tantissime belle passeggiate in mezzo alla natura. Spesso gli stagni sono così calmi da sembrare degli specchi dove si riflettono regalando disegni sempre nuovi, dolci colline, vigneti e macchia mediterranea. Uno spettacolo i riflessi tenui o infuocati delle albe e dei tramonti, assolutamente da non perdere.

Le Pinete di Porto Pino

La cromatura della costa di Portopino è un sorprendere continuo. Ci entusiasma la brillantezza del mare cristallino e della sabbia candida. Gli abbinamenti di colori sembrano scelti con maestria da qualcuno che lassù ha davvero del buon gusto. Anche le pinete che incorniciano spiagge, calette e scogliere sono di una brillantezza e di un’intensità senza eguali. La pineta di Portopino, quella di Portopinetto ed infine quella di Candiani sono dimora del Pino d’Aleppo, cresciuto in questa zona in modo spontaneo e caratterizzato da aghi di un verde molto brillante e da tronchi e pigne dalle sfumature argentee. Il gioco di riflessi creato dal sole è sensazionale e rende il tutto ancora più magnetico. A ovest della prima spiaggia la Pineta Candiani si estende fino alla scogliera di Punta Menga. Le pinete di Portopino hanno un ruolo fondamentale nel preservare il delicato equilibrio del sistema dunale che costeggia le spiagge e le calette dell’intera zona ed inoltre ospita una gran varietà di specie animali come il coniglio selvatico, la lepre sarda e la volpe per citarne alcune e diverse specie di uccelli.

Il Porticciolo di Porto Pino

Più che un porticciolo turistico è un canale che unisce le lagune al mare consentendole di rimanere vive e non stagnanti. Negli ultimi anni è stato oggetto di riqualificazione, che gli ha offerto un nuovo look che lo ha reso ancora più caratteristico, accogliente e fruibile. Offre da oltre 30 anni un porto sicuro a circa un centinaio di imbarcazioni tra natanti e pescherecci e da qui partono tutte le principali escursioni in barca e gommone che lasciano il visitatore a bocca aperta per lo stupore che si prova nell’ammirare la costa di Porto Pino anche dal mare. Lungo le sue sponde si trovano diversi localini tra bar, pizzerie, ristorantini, spesso con animazione serale e bancarelle di artigianato e non che rendono piacevole una passeggiata nelle calde estati arresine.

L'Hotel Cala dei Pini , Portopino e i dintorni